Summer School? Grazie sì. . . ma Capovolta!

Imparare divertendosi. Qualcuno sostiene sia impossibile… e invece no!

Posso affermarlo con certezza essendo appena rientrata dalla Summer School della Classe Capovolta organizzata per il secondo anno da Flipnet nella splendida cittadina di Levico Terme, in Trentino.54AE1FA6-8CFC-4280-BFA3-E3361BD106DE

Non avendo potuto partecipare alla prima edizione ed avendo seguito le interessanti iniziative (Corso base, Convegno, Seminari, Corso avanzato) proposte da Flipnet nel corso dell’anno, sono arrivata carica di entusiasmo e di aspettative a questo appuntamento. In modo particolare ero in cerca di suggerimenti per migliorare il mio “capovolgimento” avvenuto lo scorso anno scolastico (ecco le prove!) e – perché no? – anche di un po’ di relax e di buona compagnia… e indovinate? Continua a leggere

Nessuno nasce “imparato”… sul Web

Estate. Tempo di vacanze. Valigie pronte e tutti al mare – o in montagna – a godersi il meritato riposo. Ma prima di mettersi in viaggio uno sguardo alle previsioni del tempo, alla situazione del traffico su strade e autostrade, un controllo ai freni e alle gomme.

Immediatamente prima della partenza le classiche domande: “Cara, hai dato le pasticche per il mal d’auto ai bambini?“, “Hai preso la crema per le scottature?” “E il dopopuntura?”. Durante il viaggio: “Caro, non ti sembra di correre un po’ troppo? Pensa ai tuoi figli!”, “Lo sai che tenere un’andatura moderata e costante fa risparmiare carburante? Così viaggiamo più sicuri, risparmiamo e facciamo meno male all’ambiente!“, “Ragazzi, avete fame? La mamma ha portato i panini con la cotoletta che vi piacciono tanto!“, “Francesco, allaccia bene la cintura! …E tu Lucilla, non essere maleducata e non fare le linguacce al camionista!

Molti di voi si saranno riconosciuti in queste scenette familiari che denotano cura e attenzione per sé e per i proprio cari, ma non solo.

Continua a leggere

La Top 10 del “gruppo mamme” della scuola elementare

Esilarante cronaca REALE del mondo virtuale! Complimenti all’autore!!!😃

Back to the Blog

Conclusi 5 anni di (folle ed immotivata) esperienza da unico genitore maschio privo di cariche istituzionali nel “gruppo mamme” su WhatsApp della scuola elementare di mia figlia, – benchè partecipante sostanzialmente passivo -, posso finalmente fare un bilancio di questa esperienza traumatica, ma a tratti divertente, ed estrarre una “top ten” degli episodi maggiormente significativi, nella quale credo che molti di voi si riconosceranno.

10 – Buongiorno! Buon pranzo! Cosa state cucinando? Buonanotte!

Il gruppo mamme è prima di tutto un gruppo sociale, costituito da persone che utilizzano whatsapp felici come antilopi cresciute in cattività che improvvisamente si catapultano in una vita allo stato brado. Così, 20 e più mamme iniziano con entusiasmo al primo anno a darsi il buongiorno al risveglio e la buonanotte alla sera, coscienti che – se dovessero mai dimenticare il telefono da qualche parte per una buona mezza giornata -, troverebbero in ogni caso almeno 300 notifiche di messaggi. Molte delle quali…

View original post 2.260 altre parole

Forte il video della prof!

Faccio l’insegnante da quindici anni, ma l’anno scolastico appena conclusosi non è stato come gli altri: quest’anno mi sono capovolta! Ormai lo sanno tutti… “potere dei social”!

children-593313_960_720

Ho studiato a lungo questa nuova metodologia didattica, la flipped classroom. Forse troppo a lungo, prima di decidermi a metterla in pratica.

Continua a leggere

Incontri reali tra “Docenti Virtuali”

Vieste, 18 maggio 2016  ore 22:00

Come ogni sera un giretto in Rete prima di spegnere la luce. Whatsapp, e-mail, messaggi ricevuti a cui dover rispondere… ma forse è tardi! Scorro la home page di Facebook, mi imbatto in gruppi vari, per lo più dove si parla di didattica. Leggo post entusiasmanti di numerosi docenti per l’imminente evento di Bari, a due passi da casa mia e GRATIS!

13233089_10209532352285246_7903884412278331902_n

Meeting Docenti Virtuali & Insegnanti 2.0, ne ho sentito già parlare e “virtualmente” sono in contatto con alcuni di loro. Ma perché solo virtualmente, mi chiedo?

L’occasione di conoscerli ed ascoltarli dal vivo, per un fruttifero confronto di esperienze e arricchimento reciproco, si era palesata sotto i miei occhi!

In men che non si dica sottoscrivo la mia adesione a partecipare e invio un messaggio alla mia carissima Animatrice Digitale: “Venerdì partirò con te!” Continua a leggere

A scuola con Fidenia

Quando, due anni fa, ero in cerca di una soluzione per creare una classe virtuale che coniugasse le mie esigenze con quelle dei miei alunni, scoprii per caso l’esistenza di Fidenia e da quel momento è stato – e lo è ancora – un validissimo compagno d’avventura.

Schermata 2016-05-09 alle 07.42.49

Ma cos’è Fidenia?

E’ una piattaforma didattica completamente sviluppata in Italia, funzionale alle nuove esigenze di un modo di fare scuola sempre più innovativo, secondo le ultime direttive del PNSD. Continua a leggere

Dire, fare, collaborare: strumenti di condivisione a scuola

Partiamo dall’assunto che la scuola italiana è sempre stata caratterizzata, senza polemica, da un alto livello di autoreferenzialità. Qualcuno se la sente di negare questa affermazione? Se no, allora possiamo andare avanti!

closed-door-791954_960_720

Che cosa è l’autoreferenzialità? E’ la caratteristica di chi fa riferimento esclusivamente a se stesso, trascurando o perdendo ogni rapporto con la realtà esterna e la complessità dei problemi cha la caratterizzano (la Repubblica.it dizionari).

Nella società del Web 2.0 non si può più essere AUTOREFERENZIALI, se mai ha avuto un senso esserlo!

Infatti prima dell’avvento di Internet e dell’ampia diffusione di strumenti e device digitali era più difficile mettersi in contatto con il mondo, comunicare, condividere, collaborare. Continua a leggere