#Gioco di squadra

MARTEDI’ ORE 14:30 – TEMPO PROLUNGATO

La giornata è lunga. Abbiamo trascorso già ben sei ore di lezioni insieme, alternando le varie discipline; dopo una breve sosta per rifocillarci, ricaricando il nostro corpo e la nostra mente di energie, ci apprestiamo ad affrontare le ultime due ore di lezione di questa interminabile giornata.

La prof d’italiano e la prof di sostegno, dopo aver fatto pausa con noi, ci richiamano all’attenzione: la prima si tuffa tra i nostri banchi, con un’espressione buffa e curiosa ma al contempo densa di mistero, l’altra si dirige alla LIM e scrive a caratteri cubitali:

        C   O    O    P    E    R     A    R    E

Ragazzi – ci esortano – diteci tutto ciò che vi passa per la testa sentendo questo verbo!

wordcloud-2

Un BRAINSTORMING di tutto rispetto, BRAVI!!! 

“Allora prof, anche oggi lavoriamo in gruppo? È più divertente!”

Domande come questa noi ragazzi non le poniamo più perché il lavoro collaborativo, per la nostra classe, è diventato un vero e proprio appuntamento fisso: ogni settimana un nuovo lavoro di gruppo, nuove esperienze e nuove simpatie.

12957292_1319164968100187_1969421620_nNoi amiamo questo, perché innanzitutto per noi apprendere insieme è più facile ed ogni volta è una vera e propria sfida. Questo modo di lavorare, oltre ad aiutarci ad apprendere meglio, ci insegna che nella vita bisogna SEMPRE coinvolgere TUTTI e confidare nelle potenzialità di ciascuno, che non sempre saltano agli occhi!

Forse questa cosa – che i prof ci ripetono come se fosse una cantilena – può sembrare scontata, ma in realtà non è da tutti. Infatti, per lavorare bene in gruppo, bisogna includere anche le persone in difficoltà. Per persone in difficoltà intendiamo chi non riesce a socializzare, perché lavorare in gruppo significa che tutti i membri che lo compongono si fidano del lavoro e delle capacità dell’altro.

“No prof, non voglio stare con quello, solo con il mio amico, solo con chi ha 10!”

Purtroppo frasi come questa si sentono spesso ripetere tra le pareti delle nostre aule perché – siamo sinceri – tutti noi abbiamo delle preferenze! Preferiamo l’amica più bella al brutto anatroccolo, quella secchiona all’asino.

Ma se invece provassimo per una santa volta a fare il contrario? A non farci travolgere dai pregiudizi e a fare ciò che intende veramente il significato letterale dell’espressione lavorare in gruppo?

Come funziona? Te lo diciamo con degli esempi!

Un gruppo è un insieme di due o più individui che interagiscono e dipendono gli uni dagli altri per il raggiungimento di un obiettivo comune. Gli adulti, per esempio, si trovano spesso a lavorare in gruppo. Senza andare troppo lontano dalla scuola, pensiamo ai consigli di classe! Lavorare in gruppo è una competenza fondamentale, necessaria per tutti coloro che lavorano a piccoli o grandi progetti. Per raggiungere l’obiettivo comune bisogna sapersi confrontare e ascoltare le idee degli altri membri del gruppo ma non è sempre facile collaborare e lavorare uniformemente. Per questo noi ragazzi abbiamo realizzato dei cartelloni con degli aforismi – frasi brevi e significative che esprimono un concetto o un sapere pratico – da tenere sempre a mente quando si lavora in gruppo. Insomma il tema della nostra attività è stato il “lavoro di gruppo” e indovinate un po’! L’abbiamo svolta in gruppo!

Schermata 2016-03-28 alle 16.18.59

Come è andata?
Per prima cosa le prof hanno formato i gruppi usando un mazzo di carte. Le hanno distribuite e gli studenti con carta di numero uguale si sono riuniti in gruppo. In questo modo si sono formati cinque gruppi molto diversi tra loro! In ciascuno di essi sono stati individuati due membri: il coordinatore cioè colui che ha il compito di integrare e coordinare tutti i componenti del gruppo e il modulatore di voce ovvero colui che ha il compito di regolare il tono di voce all’interno del proprio gruppo. In seguito le prof hanno consegnato ad ogni gruppo delle fotocopie, un cartellone colorato e dei pennarelli. Sui fogli erano scritti venti aforismi sul lavorare in gruppo; ogni gruppo ne ha potuti scegliere al massimo tre da rappresentare sui cartelloni e nessun gruppo doveva aver scelto aforismi uguali. Per rendere possibile ciò, i coordinatori si sono dovuti confrontare tra loro – ruotando nei vari gruppi – per evitare doppioni e infine, dopo essersi accordati con i membri di tutti i gruppi (una faticaccia!!), i coordinatori sono tornati nei propri gruppi ed è cominciata la fase operativa. Ogni gruppo ha scritto gli aforismi scelti sul cartellone e dopo aver aggiunto disegni e abbellimenti (un po’ di creatività non gusta mai!!) li ha presentati al resto della classe per poi affiggerli al muro bene in vista.

Schermata 2016-03-28 alle 16.15.05Schermata 2016-03-28 alle 16.15.24Schermata 2016-03-28 alle 16.15.47

Schermata 2016-03-28 alle 16.15.34Schermata 2016-03-28 alle 16.15.58

Quale è stato lo scopo di questa attività?

Lo scopo di questa attività è stato farci riflettere sul nostro metodo di lavoro collaborativo e impegnarci per migliorarlo. È troppo semplice, quasi automatico, escludere e sottovalutare il componente che dà un contributo minore rispetto agli altri, che però a volte, inaspettatamente, può dare un aiuto – anche piccolo – ma FONDAMENTALE per completare il puzzle senza far avanzare nessun tassello!

Lavorare in gruppo giorno dopo giorno ci sta insegnando molto, e il motivo per cui ci riesce così bene è che…
#NoiCrediamoinunAltro 

Come avrete capito, quest’articolo non è uscito dalla penna dell’insegnante, ma da quelle dei ragazzi, anzi dalle loro tastiere e touchscreen!

Alessandro, Viviana, Sante, Sofia, Serena, grazie per aver dato voce ai pensieri di tutta la classe!

Annunci

3 thoughts on “#Gioco di squadra

  1. Bellissima iniziativa: è bello lavorare insieme. Trovare insieme le strategie opportune. Sono dell’opinione che non solo i ragazzi devono essere bravi a cooperare, ma anche noi insegnanti che a volte non ci troviamo sulla stessa lunghezza d’onda… Ancora complimenti…

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...