Parole che contano

Le parole contano, eccome! Contano soprattutto oggi che ne spendiamo tante più di ieri, sui social network, in internet, nel mondo virtuale frequentato da grandi e piccini.

Ma virtuale è reale! Non dimentichiamolo. Un comportamento ed un linguaggio corretto devono essere alla base delle nostre interazioni sociali sia nella vita reale che sul web.

Le parole non vanno scelte a caso perché ognuna di esse ha un peso e l’uso di un linguaggio scorretto può avere conseguenze, anche gravi, soprattutto quando queste vengono digitate su uno schermo o dettate in un messaggio vocale.

Internet è un mondo fantastico, pieno di opportunità ma anche di rischi. Molti di questi sono legati all’uso di un linguaggio improprio o offensivo e alla mancanza di competenze digitali e di comunicazione. Eh sì, perché oggi non è più sufficiente saper comunicare correttamente nella vita reale, visto che gran parte delle nostre relazioni sociali si svolgono sul web. É necessario fornire un’adeguata Educazione Civica Digitale ai nostri bambini e ragazzi (ma molto spesso anche agli adulti che li circondano) per renderli cittadini responsabili e attivi sia online che offline.

Il Safer Internet Day è la giornata mondiale della sicurezza in Internet, celebrata da oltre 10 anni in più di 100 paesi nel mondo. Che cosa succede in moltissime scuole il primo martedì di febbraio? Si organizzano eventi per promuovere l’uso sicuro e responsabile di internet tra i giovanissimi. Ma parlare di sicurezza online richiama inevitabilmente all’uso di un linguaggio corretto in rete. Ed è per questo motivo che quest’anno, nel pensare a cosa proporre agli alunni della scuola dove insegno per celebrare questa giornata, mi è venuto in mente di legarla alla Campagna di Parole O-stili e al Manifesto della comunicazione non ostile.

10 principi per ridurre, arginare e combattere le parole negative, per contrastare l’odio online, le bufale, la fake news, le parole che feriscono. Parole O-stili è un progetto culturale nato solo un anno fa ma già divenuto popolarissimo e non solo nel mondo della scuola. Noi lo abbiamo sposato in pieno!

Abbiamo fatto stampare il Manifesto e lo abbiamo affisso in ogni classe. Per coinvolgere maggiormente i ragazzi nella giornata del Safer Internet Day abbiamo bandito un concorso scolastico, “Parole che contano”. Abbiamo chiesto ai ragazzi di realizzare dei brevi video sul tema della Comunicazione non ostile e il 6 febbraio abbiamo dato spazio a loro, guardato i loro lavori e ascoltato le loro voci. Replicheremo il 28 febbraio, con una manifestazione per tutta la cittadinanza durante la quale si svolgeranno le premiazioni dei migliori tra i video in concorso, ora al vaglio di una giuria di esperti del mondo dell’educazione e della comunicazione. I video in concorso sono in tutto 20 e sono raccolti in una playlist sul canale You Tube della scuola dove tutti li possono vedere, apprezzare e commentare in attesa di conoscere chi sarà il vincitore 😀

Per produrre i video i ragazzi hanno dovuto riflettere a lungo sui 10 punti del Manifesto che è stato oggetto di una significativa attività didattica negli ultimi due mesi anche grazie ai numerosi materiali messi a disposizione sul sito di Parole O_stili. Oggi questi materiali si arricchiscono di una preziosa raccolta di lezioni per ogni ordine di scuola. Si tratta di 100 schede didattiche per insegnare con il Manifesto della comunicazione non ostile selezionate tra quelle inviate all’Associazione Parole O_stili da docenti di ogni parte d’Italia. Sono state pubblicate il 9 febbraio, giorno in cui si è tenuta “Parole a scuola”, una giornata di formazione gratuita presso l’Università Cattolica di Milano con la partecipazione di 1400 docenti, organizzata dall’ATS Parole O_Stili con la collaborazione del MIUR e l’intervento della ministra Fedeli.

Io ho avuto la fortuna di essere in mezzo ai tanti colleghi giunti da ogni parte d’Italia e la sorpresa di scoprire che una delle 100 schede didattiche era la mia. È stata un’esperienza memorabile – condivisa con le colleghe del Team dell’innovazione – come memorabile è stato quest’anno per noi il Safer Internet Day, che in realtà deve ancora concludersi.

E sul volo di rientro che si fa? Ovviamente programmi per il prossimo anno! #staytuned 😄

Annunci

3 thoughts on “Parole che contano

  1. Ben detto prof! Le parole investono tutto il nostro essere ed agire a 360° e “ci investono” di importanti responsabilità legate al loro uso…proprio ed improprio! Questa meravigliosa ed entusiasmante avventura, in corso d’opera, sta segnando tutto il mondo scuola ed otre, ponendo attenzione e riflessione intorno alle “PAROLE CHE CONTANO “sempre!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...